Zimbabwe

Una selezione dei migliori Tour e Safari Zimbabwe a cura di African Explorer, il tour operator italiano specializzato in viaggi e safari in Africa fin dal 1972. Fare un viaggio in Zimbabwe significa vivere la vera Africa dei safari, quella che regala emozioni uniche al mondo. Un paese ancora lontano dalle rotte del turismo di massa che regala paesaggi davvero unici grazie ad una natura incontaminata e perfettamente conservata. La bellezza del Matapos National Park e del Parco Hwange, il più vasto del paese, dove le vaste pianure costituiscono un habitat ideale per i grandi mammiferi e predatori che permettono di vivere dei safari di alto livello. E per terminare, le Cascate Vittoria, icona naturalistica di tutto il continente.



VIAGGI SU MISURA

Itinerari personalizzati ed esclusivi creati secondo le vostre esigenze e passioni

NOTIZIE UTILI

CARTA D'IDENTITÀ DELLO ZIMBABWE
Ultimo aggiornamento 30/1/2022
Valida al 31/01/2022

INFORMAZIONI GENERALI
Dati Paese
Capitale: Harare
Popolazione:15 046 000 (Elaborazione Worldometer ultimi dati Nazioni Unite)
Superficie: 390.750 km2
Fuso orario: +1 h rispetto all'Italia; stessa ora quando in Italia vige l'ora legale
Lingue: inglese, shona, ndebele
Religione: cattolica, anglicana e vapostori (chiese spirituali)
Moneta: il Dollaro zimbabwano è ancora la valuta ufficiale. Lo strumento statutario 142 del 24 giugno 2019 ha chiuso il sistema multivaluta dichiarando il dollaro dello Zimbabwe unica valuta di negoziazione legale nel Paese, vietando quindi l'uso di valute estere per transazioni locali, salvo casi speciali.
Telefonia: le compagnie che forniscono servizi sono: “TelOne” e “Africom” per la rete fissa e “NetOne”, “Econet” e “Telcel” per la rete cellulare. I serviti forniti sono discreti.
Prefisso dall’Italia: 00263 (242 per Harare, 292 per Bulawayo, 542 per Gweru, 202 per Mutare, 2621 per Chinhoyi, 261 per Kariba, 552 per Kwekwe)
Prefisso per l’Italia: 0039
Clima: nella stagione autunno-inverno (da aprile a settembre) la temperatura media in luglio è di 14°C; nella stagione primavera-estate (da settembre ad aprile) la temperatura media in gennaio è di 21°C. L’escursione termica fra il giorno e la notte può raggiungere anche i 20°C. La stagione delle piogge va orientativamente da dicembre a marzo. Esistono delle differenze climatiche tra l’altopiano (high veld) e il bassopiano (low veld). Le temperature registrate sull’altopiano – dove si trova la capitale Harare – sono generalmente inferiori a quelle di altre zone, quali ad esempio le località turistiche di Victoria Falls, Kariba e Hwange. Nelle località turistiche di montagna (Vumba, Nyanga e Chimanimani) l’inverno può essere rigido, specie nelle ore notturne.

Ambasciata e Consolati

Ambasciata d’Italia Harare
Indirizzo: 7 Bartholomew Close, Greendale,
P O Box 1062,
HARARE
Tel: 00263-242- 497373/497200 -00263-242-498190
Telefax: 00263-242-498199
Cellulari di emergenza: 00263-772249460
Email: ambasciata.harare@esteri.it
Sito web: ambharare.esteri.it


Consolati Ambasciata d’Italia –
Sezione Consolare 7 Bartholomew Close, Greendale -
Harare
Tel: 00263-242-497373 / 497200 - 00263-242-498190
Fax: 00263-242-498199
E-mail: consolato.harare@esteri.it
Sito Web: https://ambharare.esteri.it/Ambasciata_Harare/it/

Corrispondente Consolare - Bulawayo Sig. Roberto PERETTI
Indirizzo: P O Box 2209, Woburn Road, Thorngrove, Bulawayo
Tel/Fax 00263-292-64544; 00263-292-70217; 00263-292-882841
Abitazione: 00263-292-251476
Cellulare: 00263-712-604829
E.mail: peretti@yoafrica.com

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’approfondimento di questo sito Documenti di viaggio - documenti per viaggi all’estero di minori.

Visto d’ingresso: necessario, viene rilasciato, in frontiera, all’arrivo nel Paese. Il costo per un’entrata singola è di USD 30, per un’entrata doppia di USD 45; per un’entrata multipla di 55 USD. E’ possibile inoltre richiedere il visto unico UNIVISA (KAZA), che consente l’accesso in Zambia e Zimbabwe, ottenibile negli aeroporti internazionali di Zimbabwe e Zambia oltre che nei posti di frontiera di Victoria Falls e Kazungula. Il visto ha una validità massima di 30 giorni al costo di 50USD e consente l’accesso anche in Botswana, dal confine di Kazungula, per coloro che intendono recarvisi per gite giornaliere.

Formalità valutarie e doganali: Non vi sono limiti per l’importazione di valuta, mentre è vietato esportare cifre superiori a duemila Dollari USA. Le carte di credito estere sono in principio accettate (per il pagamento di beni o servizi e non per il prelievo di contante) ma occasionalmente possono presentare problemi nei circuiti locali o essere rifiutate da piccoli commercianti, ristoratori, eccetera. Per fare fronte alla grave crisi di liquidità in cui versa lo Zimbabwe dal 28 novembre 2016 il Governo ha ufficialmente introdotto nel mercato obbligazioni al portatore (bond notes) nei tagli da 2, 5, 10 e 20. Le "Bond Notes" possono essere utilizzate soltanto all’interno dello Zimbabwe. Essendo il ritiro di contante dagli sportelli bancari (ATM inclusi) limitato a circa 50 Dollari USA al giorno, si suggerisce di giungere nel Paese con una sufficiente scorta di contante in Dollari Usa.

Informazioni utili In Italia

Per gli indirizzi e recapiti delle Ambasciata e dei Consolati del Paese accreditati in l’Italia, consulta il sito: https://www.esteri.it/it/ministero/rappresentanze-straniere/

Avvertenze

Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO;
- non fotografare aeroporti, agenti di Polizia, posti di blocco, fattorie occupate o edifici ed installazioni governative. La “State House” e la residenza ufficiale del Presidente sono considerati obiettivi sensibili e sono pertanto fortemente vigilati;
- essere prudenti nelle zone centrali delle principali città (Harare e Bulawayo)
- evitare le strade poco frequentate, anche nelle città più piccole quali Gweru e Mutare;
- esercitare molta prudenza alla guida di veicoli, in ragione dei numerosi incidenti stradali, in particolare lungo le strade extraurbane;
- se in viaggio “self-drive”, prestare particolare attenzione ai frequenti posti di blocco della polizia, che provocano improvvisi incolonnamenti di veicoli, avendo cura di rispettare sempre i limiti di velocità; disporre di tutta la documentazione di rito in regola (inclusa la licenza radio e quant’altro previsto dalla normativa locale); assicurare particolare attenzione ad ogni singolo dettaglio meccanico ed elettrico, alla dotazione di equipaggiamenti di emergenza (che prevede l’obbligo del doppio triangolo) ed ai livelli di usura di freni e pneumatici al fine di evitare contravvenzioni, anche multiple, sullo stesso tratto di strada;
- non guidare di notte a causa dell’elevata incidenza di sinistri stradali provocati dall’assenza di illuminazione e segnaletica stradale e dalle condizioni spesso pessime delle strade (vedi, a tale proposito, anche la sezione dedicata alla viabilità), il tutto aggravato dall’abitudine di molti a viaggiare con gli abbaglianti; 
- evitare di lasciare il bagaglio incustodito negli aeroporti e nelle stazioni degli autobus;
- evitare di circolare di notte anche a piedi e, se possibile, non spostarsi mai da soli;
- non ostentare gioielli, oggetti di valore e abbondanza di denaro contante; stipulare una assicurazione internazionale che preveda la copertura delle spese in caso d’incidente automobilistico e/o infortunio;
- non sottovalutare i rischi derivanti da attività potenzialmente rischiose (safari, “rafting” e canoa nelle acque dei fiumi, voli con aerei privati od elicotteri). Eventuali proposte di safari che non provengano da agenzie conosciute e specializzate nel settore devono essere valutate con prudenza. Si segnalano incidenti, a volte gravi, nel corso di escursioni organizzate da agenti di viaggio locali, spesso dovuti all’imprudenza dei turisti. In ogni caso si raccomanda vivamente di stipulare prima del viaggio una assicurazione infortuni che comprenda l'eventuale evacuazione medica dal paese, i cui costi sarebbero altrimenti insostenibili, aggirandosi intorno ai 100.000 USD pagabili in anticipo, per una evacuazione aerea e ricovero di emergenza nel vicino Sudafrica.

Malattie presenti

Lo Zimbabwe è uno dei Paesi più colpiti dall’AIDS. 
Vi è un’alta incidenza stagionale della malaria nelle località del bassopiano. Si raccomanda, pertanto, a coloro che intendano recarsi nelle suddette zone - soprattutto nel periodo che va da gennaio ad aprile - la profilassi anti-malarica previo parere medico.

MOBILITA'

Patente Internazionale (modello Convenzione Ginevra 1949 o Vienna 1968).
Cinture di sicurezza: obbligatorie sui sedili anteriori. Un bambino sotto i 10 anni deve sedersi sui sedili posteriori. Qualora non vi siano sedili posteriori, può sedersi davanti ma a condizione che vi sia un dispositivo di sicurezza adatto alla sua età.
- Triangolo o lampeggiatori d'emergenza: Triangolo obbligatorio per i mezzi oltre 2,3 t.
- Pneumatici: non deve essere visibile la trama interna.
- Luci: per i motocicli è facoltativo tenere accese le luci di giorno.
Tasso alcolemico nel sangue Limite consentito: il tasso alcolico massimo ammesso nel sangue di un conducente è 0,08%
Test di rilevamento: la polizia richiede ad un conducente di sottoporsi ad un test dell'alito o ad un prelievo di sangue a seguito di un'infrazione o se vi è una buona ragione per sospettare che sia sotto l'influenza dell'alcol.
Trasporti: il carburante è normalmente reperibile nelle stazioni di servizio in tutto il Paese. Gli autobus intercity, eccetto quelli di lusso, sono rischiosi a causa del sovraffollamento e dell’inadeguata manutenzione. Guidando di sera bisogna prestare particolare attenzione ai pedoni che spesso camminano sul ciglio delle strade prive di illuminazione. Nelle strade extraurbane è frequente l’improvviso attraversamento di animali. Spesso accade che i veicoli in transito di notte siano sprovvisti di luci o rifrangenti e che la segnaletica stradale sia scarsa o inesistente.