Speciale - Il Meglio della Namibia

Namibia

Namibia - Canyon Lodge
Namib Dune
Deadvlei
Namibia - The Desert Grace
Fish River Canyon
Namibia - Canyon Lodge
Swakopmund
Etosha Park
Veicolo Toyota Land Cruiser
Namibia - The Desert Grace
Un viaggio in Namibia di 18 giorni con partenza il 03 Agosto per scoprire tutte le bellezze del paese. Un viaggio completo alla scoperta della Namibia. Terra di contrasti, ogni giorno offre nuove ed emozionanti esperienze. Si parte da Windhoek , la capitale della Namibia, e si prosegue verso il sud del paese con tappa nel Deserto del Kalahari. Si prosegue ancora verso sud per raggiungere il Fish River Canyon. Sosta a Luderitz, in una sola cittadina le splendide architetture coloniali, il sole della Namibia e il Sud dell’Atlantico. Il viaggio in questo meraviglioso paese prosegue con la visita al deserto più antico e spettacolare del mondo, con le altissime dune di color albicocca, il Deserto del Namib!... e poi ancora Swakopmund, con una emozionante escursione in barca da Walvis Bay e a bordo di veicoli 4X4 fino a Sandwich Harbour. Cape Cross rifugio di più di 100.000 otarie. Il Damaraland e le incisioni rupestri, il Kaokoland, nell’estremo nord del paese, con il popolo Himba per arrivare fino al Kunene River. Per finire, il Parco Etosha con il suo paesaggio vario e ricco di animali selvatici. Il viaggio, in questo meraviglioso paese, termina con la visita nel Deserto del Kalahari. Un partenza Esclusiva di African Explorer, il tour operator specializzato in viaggi in Africa da 40 anni.

Tipologia

Partenza speciale

Durata

18 giorni - 15 notti

Informazioni

Veicoli esclusivi 4x4

IMPORTANTE

Il viaggio è accompagnato e assistito da un’esperta Guida/Autista locale di lingua ITALIANA
Tour in ESCLUSIVA italiana di African Explorer

Gruppo

Minimo 2 - Massimo 10 partecipanti

Partenze

03 Agosto 2019

Trattamento

Pensione completa (bevande escluse)

Trasporti

Toyota Land Cruiser – 2/10 passeggeri
Lo spazio è limitato, quindi il bagaglio è da limitare a 20 kg per persona in borse/sacche morbide ed uno zainetto

Voli

Da Milano Malpensa con South African Airways e Lufthansa in classe economica.

Operativo aereo

VOLODATADAAORARIOORARIO
LH186103/08/19MILANO MXPMONACO17101815
SA26503/08/19MONACOJOHANNESBURG21050740
SA07404/08/19JOHANNESBURGWINDHOEK09301125
SA07519/08/19WINDHOECKJOHANNESBURG12151400
SA26419/08/19JOHANNESBURGMONACO20350720
LH185620/08/19MONACOMILANO MXP10401145

1° GIORNO - 03 Agosto: Partenza dall'Italia - Johannesburg

Partenza dall’Italia con volo di linea notturno, via scalo, per Windhoek. Cena e notte a bordo.

2° GIORNO - 04 Agosto: Johannesburg - Windhoek - Kalahari Desert (320 km)

Prima colazione a bordo. Arrivo a Windhoek, capitale della Namibia, ed incontro con la guida di lingua italiana. Pranzo e partenza verso sud per Rehoboth, la casa tradizionale del popolo Baster. I Basters migrarono verso nord dal Capo e si stabilirono in questa zona fertile nel 1870. Il loro nome deriva dalla parola "bastardo" parola e si riferisce al loro "sangue misto" (europeo e Khoikhoi) - lungi dall'essere insultati da un siffatto riferimento le persone Baster sono molto orgogliosi del loro patrimonio. Da qui si prosegue verso ovest per raggiungere il Deserto del Kalahari caratterizzato dalle sue dune di colore arancione.
Escursione al tramonto in fuoristrada aperto per ammirare i colori e i paesaggi del Kalahari (nel caso in cui l’escursione al tramonto non si riuscisse a fare questo pomeriggio si effettuerà il mattino successivo).
Cena, pernottamento e prima colazione al Kalahari Anib Lodge (4****).

Il Kalahari, una terra aspra, una terra di sole bruciante e vento implacabile – una terra di grande aridità e mistero. Dopo le prime piogge, una terra trasformata in squisita bellezza con le dune in eruzione in un tripudio di colori! Il Kalahari evoca immagini diverse nelle menti delle persone. Alcuni lo vedono come un deserto torrido. Altri lo vedono il loro futuro, costruito su bovini e ovini, struzzi e animali selvatici. Il Kalahari è tutto questo, ma anche qualcosa di più. La parola 'Kalahari' significa deserto! La sua relativa inaccessibilità, le dune di sabbia rossa, le precipitazioni incerte e la mancanza di acqua di superficie, lo rendono veramente una delle ultime frontiere dell'Africa.

3° GIORNO - 05 Agosto: Kalahari Desert - Fish River Canyon (410 km)

Dopo la prima colazione proseguimento per il Fish River Canyon, è il secondo canyon più grande al mondo dopo il Grand Canyon. Sosta per la visita al Giant’s Playground e alla Quiver tree forest. Arrivo al lodge nel pomeriggio. Escursione al tramonto a bordo di veicoli aperti. Pranzo incluso durante il trasferimento. Cena, pernottamento e prima colazione al Canyon Lodge (4****).

Il Fish River Canyon, nel corso inferiore del fiume di cui porta il nome, è una delle attrazioni principali della Namibia meridionale. Il canyon taglia attraverso il grandioso paesaggio del Nama-Karoo con un corso a zig-zag, creando paesaggi affascinanti. Tra il punto di osservazione principale di Hobas fino alle sorgenti termali di Ai-Ais a sud, il canyon mostra il suo aspetto più impressionante. Questa sezione di 80km del fiume è raggiungibile grazie a un sentiero ed è un’escursione che richiede diversi giorni e deve essere prenotata in anticipo.

4° GIORNO - 06 Agosto: Fish River Canyon - Luderitz

Escursione nel Fish River Canyon a bordo del proprio veicolo. L'immensità di questo magnifico paesaggio è davvero mozzafiato. Le pareti altissime e gole profonde sono state formate dall'erosione dell'acqua e il crollo della valle a causa dei movimenti della crosta terrestre più di 500 milioni di anni fa. Oggi il canyon misura 160 km di lunghezza fino a 27 km di larghezza e quasi 550 nella sua parte più profonda.
Si prosegue verso Luderitz con sosta per il pranzo durante il trasferimento. Sistemazione al Luderiz Nest Hotel (4****). Cena e pernottamento.

Il prestigioso Lüderitz Nest Hotel è uno dei più famosi alberghi della Namibia ed è situato direttamente sul mare, nella baia di Lüderitz. L’hotel vanta una spiaggia privata e uno dei ristoranti più rinomati del paese; il Pinguin Restaurant offre tutti i giorni le spacialità di Lüderitz, tra cui ostriche, aragoste e abalone, oltre ad una ricca selezione di pesce e carne anche di selvaggina. Tutte le 70 camere con bagno e le 3 suite hanno vista sul mare e offrono televisione flat screen, aria condizionata, cassaforte e Wi-Fi gratuito. L’hotel offre inoltre una bella piscina e la sauna.

Costruita su una roccia in una piccola enclave all’interno del Sperrgebiet (restretto all’area dei diamanti) la città di Luderitz è un caratteristico porto turistico con la sua curiosa schiera di edifici storici in stile Germanico costruiti durante la corsa ai diamanti. Situato intorno alla scintillante baia, con i suoi timpani, scale tortuose, verande, torrette e campate e finestre ad arco, questi edifici hanno un carattere unico. Il più eclatante è Goerke-House, residenza di un ex magistrato, costruito nel 1909. La Chiesa luterana sulla collina sopra la baia, nota come Felsenkirche, è stata costruita nel 1912. Kaiser Guglielmo II, in quel momento imperatore tedesco, ha donato le sue vetrate. Luderitz è stato il primo insediamento germanico nella ex Africa sudorientale tedesca. Prende il nome da un mercante di Brema Adolf Luderitz, che iniziò le operazioni commerciali nel porto.

5° GIORNO - 07 Agosto: Luderitz - Namid Desert / Sossusvlei (310 km)

Visita alla città fantasma di Kolmanskop, una volta punto focale di una corsa al diamante scintillante. Le ex case dei signori, la loro grandezza ora raschiata e demolita dal vento, testimonianza di uno dei periodi più brillanti della Namibia. I diamanti sono stati scoperti nell’aprile 1908, ha portato orde di cacciatori di fortuna a cercare i giacimenti di diamanti. Quando le operazioni di estrazioni furono terminate, Kolmanskop divenne una città fantasma, le splendide case antiche gradualmente sono cadute in preda alle invadenti dune di sabbia.
Si prosegue verso nord da dove ha inizio la magnifica discesa sul deserto della Namibia, il più antico del mondo. Sosta a Helmeringhausen per il pranzo. Sistemazione al The Desert Grace (4****), o similare, in pensione completa.

Kolmanskop Ghost Town un diamante, una bellezza senza tempo... Ma cosa rende questa pietra così preziosa per far sì che gli uomini diano la vita per essa? Che cosa è per far sì che migliaia di cercatori vivessero nel deserto del Namib in cerca di una effimera ricchezza? Qui tra il vento che spazza le case di Kolmanskop si trova la chiave di un passato ormai lontano, i resti di un'epoca dove i diamanti scintillavano e sostenevano la vita lungo la costa della Namibia. Quando nel 1908 il primo diamante è stato trovato, la piccola cittadina di Kolmanskop è diventata improvvisamente il punto nevralgico del paese. Oggi questa città, una volta vibrante, si trova in balia del deserto del Namib che minaccia di sommergere gli imponenti edifici ma pur nella sua desolazione la città continua a vivere nella nostra immaginazione nelle case invase dalla sabbia e nell’opulenza di un’epoca che non tornerà più.

6° GIORNO - 08 Agosto: Deserto del Namib

Sveglia all’alba e partenza per l’escursione alle dune di color albicocca di Sossusvlei. Quelle che sembrano essere delle montagne nella fase che precede l’alba, con i raggi della prima luce si rivelano delle dune altissime e spettacolari. Il primo mattino è il momento migliore per esplorare le dune, la luce morbida offre eccellenti condizioni fotografiche, mentre il sole nascente crea profondità e contrasto. Sarà possibile salire su una delle dune più alte per ammirare il magnifico panorama. La dove la strada si ferma, si prosegue in 4x4 per arrivare nell’area di Sossusvlei per visitare il suggestivo “Dead Vlei”, l’antico lago prosciugato. Nel pomeriggio visita a Sesriem Canyon che si trova a soli 5 chilometri a Sud dell’ingresso del Parco. Il Sesriem Canyon ospita uccelli, animali e piante, in quanto le sue ripide pareti impediscono l’evaporazione dell’acqua e proiettano fresche ombre sul canyon. Oggi il fiume Tsauchab scorre solo dopo abbondanti piogge. La parte ovest di questo canyon profondo 30 metri diventa gradualmente più bassa, sino a dove il fiume si espande a formare una valle lungo il suo corso per Sossusvlei. Pranzo in corso d’escursione. Ritorno al lodge. Cena e pernottamento.

Il Deserto del Namib è comunemente considerato il deserto più antico del mondo essendo esistito per circa 43 milioni di anni. Il deserto è una grande distesa di pianure di ghiaia e dune di tutte le forme e dimensioni che si estendono lungo la costa namibiana. Tutta la parte occidentale della Namibia infatti è costituita dal deserto che è presente, oltre i confini della Namibia, in Angola meridionale e nella parte settentrionale della provincia del Capo in Sud Africa. Il deserto del Namib contiene il Namib Naukluft National Park, il più grande parco della Namibia e il terzo più grande in Africa. La zona montana del Naukluft è stata creata come un santuario per la zebra di Hartmann. Nel 2013, una grande parte del deserto è diventato un patrimonio dell'umanità sotto il nome di "Mare di sabbia del Namib".

7° GIORNO - 09 Agosto: Namib Desert - Swakopmund (320 km)

Dopo la prima colazione partenza verso la costa atlantica attraversando le vaste distese del deserto della Namibia. Sulla strada, attraverso il Namib Naukluft Park, è possibile incontrare numerose antilopi e zebre. Visita alla Valle della Luna “Moon Valley” per l’avvistamento della famosa pianta Welwitschia Mirabilis. Pranzo con pic-nic durante il trasferimento. Arrivo nel tardo pomeriggio a Swakopmund. Cena in ristorante. Pernottamento e prima colazione al Zum Kaiser Hotel (4****) o similare.

8° GIORNO - 10 Agosto: Swakopmund / Walvis Bay & Sandwich Harbour

Partenza per l’escursione dell’intera giornata che unisce una crociera nelle acque della baia di Walvis Bay con un incredibile escursione in 4x4 a Sandwich Harbour. Gita in barca per esplorare la zona della baia che ospita una grande varietà di uccelli, tartarughe, foche e delfini. Sbarco a Pelican Point e partenza con veicoli 4x4 per il viaggio a Sandwich Harbour. Pranzo al sacco lungo il percorso. Questa parte remota della costa è accessibile solo in veicoli 4x4. Gli ultimi chilometri sono percorribili solo con la bassa marea, quando una piccola striscia di spiaggia appare ai piedi delle dune che permette il passaggio nel porto. Se la marea è alta l'unico modo per raggiungere Sandwich è camminare lungo la cresta delle dune, dove le onde si infrangono proprio ai piedi del muro di dune!
La laguna di Sandwich è alimentata da infiltrazioni d'acqua dolce da una falda acquifera e, oltre ad essere un santuario per una varietà di uccelli, è scenograficamente uno dei luoghi più belli della Namibia. Ritorno a Swakopmund nel tardo pomeriggio. Cena in ristorante. Pernottamento e prima colazione al Zum Kaiser Hotel.

Nota Bene: a causa delle condizioni meteorologiche e delle maree non è sempre possibile raggiungere la laguna di Sandwich Harbour.

Sandwich Harbour, nel parco del Namib Naukluft, è un luogo di cui molti hanno sentito parlare ma che pochi hanno visitato. Una muraglia di alte dune di sabbia che si buttano nell'oceano, creando scenari mozzafiato e paesaggi unici. Per raggiungere Sandwich Harbour, una delle zone umide più ricche e uniche dell'Africa meridionale, dovremo guidare sul bagnasciuga sfidando le maree e scavalcare dune, fino ad arrivare alla laguna. Incastonata tra il mare e le dune del Namib, la laguna di Sandwich Harbour è formata da infiltrazioni di acqua dolce dall'acquifero sotterraneo. Qui avremo tempo di ammirare il panorama, passeggiare sulla spiaggia in cerca di fenicotteri e pellicani o scalare le dune adiacenti al mare. Dopo un pranzo picnic che include una selezione di snack, insalate, pane, frutta fresca, bevande e vino bianco, si ritorna verso casa seguendo un percorso in mezzo alle dune, un itinerario di puro divertimento costellato da numerosi panorami spettacolari.

9° GIORNO - 11 Agosto: Swakopmund / Cape Cross - Damaraland, Kunene Region (310 km)

Dopo la prima colazione, partenza lungo la “Skeleton coast” per raggiungere Cape Cross che ospita una colonia di più di 100.000 otarie! Nel mese di ottobre i maschi raggiungono la terra per stabilire il loro territorio e all'inizio di novembre la maggior parte delle femmine iniziano a dare alla luce i loro piccoli …. in poco tempo la colonia cresce a dismisura. Cape Cross ha anche un importanza storica perché è qui che i primi esploratori europei hanno messo piede, sulla costa della Namibia. Si prosegue il viaggio per entrare nel Damaraland, regione caratterizzata da terreni vasti ed aspri, le cui montagne sporgono tra ampie pianure sassose che si trasformano in vallate sabbiose.
Pranzo incluso durante il trasferimento. Cena, pernottamento e prima colazione all’ Ugab Terrace Lodge (4****) o similare.

Damaraland, il nome di questa zona deriva dalla popolazione Damara, etnia alla quale appartiene la maggior parte della popolazione della regione. I suoi grandi spazi sono una delle ultime riserve faunistiche “non ufficiali” dell’Africa; infatti si possono ancora vedere zebre, giraffe, antilopi e rinoceronti vagare al di fuori dei parchi nazionali e delle riserve protette. Il Damaraland offre paesaggi naturali molto belli tra cui il massiccio del Brandberg e nelle località di Twyfelfontein e Spintzkoppe si possono visitare siti preistorici con alcune pitture e incisioni rupestri molto affascinanti. A 40 km ad ovest di Khorixas, capoluogo amministrativo della regione, si entra nella Petrified Forest, una zona molto ampia cosparsa di tronchi pietrificati che giungono a misurare fino a 34 metri di lunghezza e 6 metri di circonferenza. Si calcola che abbiano all’incirca 260 milioni di anni.

10° GIORNO - 12 Agosto: Damaraland / Twyfelfontein Area ed Elephant Drive

La giornata è ricca di attività. Sveglia di buon mattino e partenza per Twyfelfontein da dove avrà inizio “l’elephant Drive”, a bordo di veicoli aperti, alla ricerca degli elefanti del deserto. Si prosegue, a bordo del proprio veicolo, con la visita dell’area di Twyfelfontein con la più grande collezione di incisioni rupestri dell’Africa Australe. La zona risale, secondo i geologi, a più di 150 milioni di anni fa. Qui gli antichi boscimani lasciarono i loro messaggi, pitture e incisioni rupestri su enormi rocce rosse cadute da una parete montagnosa. Si visiterà anche la formazione geologica del Burnt Mountain e l’affioramento di roccia vulcanica nominata Organ Pipes. Pranzo incluso in corso d’escursione. Ritorno al lodge per la cena ed il pernottamento.

Nota Bene: lo svolgimento dell’ “elephant drive” dipende dalle condizioni delle strade. Nel caso non si dovesse svolgere questa attività, sarà previsto nel pomeriggio un “nature drive” accompagnati da una guida presso Ugab Terrace Lodge.

Twyfelfontein, bene protetto dell’UNESCO, è un sito archeologico situato nel Damaraland, a circa 90 km a ovest di Khorixas. Twyfelfontein che significa sorgente incerta è una delle più importanti collezioni di incisioni rupestri al mondo. È nota infatti per gli oltre 2000 petroglifici e dipinti rupestri presenti sulle rocce di arenaria. Si ritiene che questi disegni siano stati fatti dagli antenati dei Boscimani. Rappresentano soprattutto scene di caccia a diversi animali molti dei quali sono rappresentati insieme alle loro impronte. Il paleontologo francese Henri Breuil ha definito questi disegni "paesaggi dell'anima".Gli scienziati hanno stimato che la loro età varia tra i 1000 e i 6000 anni. Il sito è stato dichiarato monumento nazionale nel 1952.

11° GIORNO - 13 Agosto: Petrified Forest - Kaokoland, Kunene Region (630 km)

Visita alla Petrified Forest, un veld aperto cosparso da tronchi lunghi fino a 30 metri, con una circonferenza che raggiunge i sei metri, che si calcola risalgano a 260 milioni di anni fa. Dal momento che non vi sono né radici né rami, si ritiene che questi tronchi siano arrivati qua in seguito ad una gigantesca alluvione. Vi sono circa 50 tronchi, per la maggior parte della famiglia delle gimnosperme, come le conifere, le cicadacee e le welwitschie. Alcuni di questi tronchi sono sepolti nell’arenaria, mentre altri sono perfettamente pietrificati nella silice con tanto di corteccia e di anelli. La Foresta Pietrificata fu dichiarata monumento nazionale agli inizi degli anni ’50.
Partenza in direzione nord verso il Kaokoland, la regione del popolo Himba, con arrivo ad Opuwo nel tardo pomeriggio.
Pranzo incluso durante il trasferimento. Cena, pernottamento e prima colazione all’Uukwaluudhi Safari Lodge (4****).

La Foresta Pietrificata è il più grande accumulo di tronchi fossili dell'Africa meridionale. I tronchi sono in un ottimo stato di conservazione e sono stati dichiarati monumento nazionale. La presenza di centinaia di tronchi, più o meno esposti, perfettamente fossilizzati e per lo più completi, sta ad indicare che siano stati trasportati, deposti in sito e rapidamente coperti di sedimenti nel corso di un grande evento di piena. I fossili appartengono a sette differenti tipi di piante del tipo Dadoxylon arberi Seward, una conifera appartenente all'ordine Cordaitales, ora estinto, della classe delle Gymnospermae. Il legno ha subito quasi per intero un processo di silicizzazione. Solo alcune parti sono state riempite da calcite. I colori variano dal marrone con striature biancastre a rosso con striature chiare.
La presenza di evidenti anelli di crescita nelle sezioni dei tronchi sta ad indicare il tipo di ambiente di crescita delle piante stesse, caratterizzato da un clima stagionale con marcate variazioni di piovosità.

Kaokoland, vasta regione montuosa e semidesertica. Spazi immensi e grandi vallate, dove si possono avvistare elefanti e giraffe lungo i letti dei fiumi in secca, fanno da cornice naturale alla terra incantata degli Himba. Popolo seminomade di allevatori e guardiani di greggi, gli Himba sono stati rifiutati da tutte le altre etnie e si sono rifugiati in questa terra lontana ed inospitale, desertica e montuosa ma bagnata dal fiume Cunene, garanzia di vita.
Ora si progetta una diga per deviare il corso del fiume… sarà la fine della loro esistenza! “Himba” in lingua Herero significa mendicante, a riprova del disprezzo che caratterizza i rapporti con questo popolo che resiste strenuamente al corteggiamento della civiltà moderna e preferisce mantenere il suo stile di vita ormai fuori dal tempo.
I villaggi con le povere capanne in terra sono lontani dai punti d’acqua, troppo frequentati dagli animali selvaggi e pericolosi.
Ecco che le donne, incaricate dell’approvvigionamento dell’acqua, percorrono lunghi tragitti sotto il sole nelle loro tenute tradizionali di pelle. Ornamenti di cuoio, metallo e conchiglie adornano il corpo cosparso di “otzije”, l’impasto di fango rosso che unge anche i capelli e protegge la pelle dando loro un aspetto unico di sculture viventi. Gli Himba praticano la poligamia e le mogli diventano giovani madri, fornendo al gruppo tribale la forza-lavoro dei figli, presto addetti alla custodia degli armenti.

12° GIORNO - 14 Agosto: Kaokoland, Kunene Region (210 km)

Partenza in direzione nord per il Kunene River Lodge, viaggiando attraverso tratti di cespugli di Mopane, su e giù per le colline che si estendono ai piedi dei Monti Baines. Il fiume Kunene appare in mezzo a una lussureggiante oasi di palme Makalani e baobab. Al tramonto piacevole crociera sul fiume Kunene.
Pranzo incluso in corso d’escursione. Cena, pernottamento e prima colazione al Kunene River Lodge (4****).
Nota Bene: La crociera sul fiume Kunene dipenderà dal livello dell'acqua, per questo saranno prenotate dalla Vostra guida all’arrivo al lodge e pagate direttamente.

13° GIORNO - 15 Agosto: Escursione ai Villaggi Himba - Oshakati, Ovamboland (385 km)

Visita ai villaggi del popolo Himba. Gli Himba sono un popolo di pastori nomadi. Indossano pochi capi di vestiario e le donne si coprono il corpo con una mistura rossa a base di burro, ocra ed erbe, per proteggersi dal sole. Le donne himba svolgono i lavori più pesanti: mungono gli animali, si occupano dei bambini, trasportano l'acqua e costruiscono le case. Si prosegue il viaggio per arrivare nella zona precedentemente denominata Owamboland e ora chiamata le quattro "O" riferendosi ai nomi delle regioni: Ohangwena, Omusati, Oshana e Oshikoto. Il gruppo etnico Owambo domina in quest’area ed è il più grande gruppo etnico presente in Namibia. Il popolo Owambo si dice abbia avuto origine in Africa occidentale, in una zona tra Nigeria e Camerun. Si viaggia attraverso la Namibia settentrionale con le sue caratteristiche pianure sabbiose costellate da ciuffi di Makalani Palms, fattorie tradizionali e negozi di Cuca colorato (birra locale). La parte settentrionale della Namibia è molto diversa dal resto del paese in quanto molto più abitata e quindi più attiva. La zona intorno a Oshakati e Ondangwa ha una densità abitativa di 300 abitanti per chilometro quadrato rispetto a due persone per chilometro quadrato nel resto della Namibia! Pranzo incluso in corso di trasferimento. Cena, pernottamento e prima colazione all’Oshakati Country Hotel (3***).

14° GIORNO - 16 Agosto: Parco Etosha / Namutoni (190 km)

Partenza per il Parco Etosha. Nel pomeriggio fotosafari nel Parco a bordo di veicoli 4X4 aperti e accompagnati da ranger di lingua inglese. Pranzo incluso in corso di trasferimento. Cena, pernottamento e prima colazione al Namutoni Restcamp (4****) o similare, situato all’interno dell’Etosha National Park.
Nota Bene: nessun tipo di sacchetto di plastica è permesso in tutti i parchi nazionali della Namibia!

Il Parco Nazionale d'Etosha è situato nel nord della Namibia, con un'estensione complessiva di 22.900 km². Nella lingua oshivambo il nome "Etosha" significa "grande luogo bianco", con riferimento al colore del suolo del deserto salino che costituisce il 25% dell'area del parco. La parte centrale del parco è costituita dall'Etosha Pan, una depressione salina di 5000 km². Durante la stagione delle piogge, il Pan viene talvolta alluvionato dai fiumi Oshana e Omiramba. Durante la stagione secca, il Pan torna ad assumere le caratteristiche di un deserto. Il parco Etosha ospita 114 specie di mammiferi, 340 di uccelli, 110 di rettili, 16 di anfibi e persino una specie di pesce. Fra i mammiferi presenti nel parco si possono citare elefanti, springbok, zebre, giraffe, orici, kudu, gnu, eland, dik dik, leoni, iene, leopardi e ghepardi. Endemico della zona è il raro impala dal muso nero.

15° GIORNO - 17 Agosto: Parco Etosha / Okaukeujo (135 km)

Si attraversa il Parco con giornata di safari fotografico a bordo del proprio veicolo. Pranzo incluso in corso d’escursione. Sistemazione all’Okaukuejo Restcamp (4****) o similare, situato all’interno dell’Etosha National Park.
Cena, pernottamento e prima colazione al lodge.

16° GIORNO - 18 Agosto: Parco Etosha - Windhoek (440 km)

Partenza per il rientro a Windhoek. Pranzo incluso in corso di trasferimento. Visita orientativa, restando a bordo del veicolo, della città. Cena, pernottamento e prima colazione all’Avani Windhoek Hotel & Casinò (4****).

Windhoek, centro della vita economica, politica, culturale e sociale di tutto il Paese, la piccola capitale è il cuore geografico della Namibia. E’ il punto di partenza per scoprire le meraviglie della Namibia, in quanto vi convergono tutte le principali strade del paese. Città compassata e ordinata, che porta i segni dell’influenza tedesca, non possiede nulla di quello strano carattere fantasioso e caotico delle capitali africane. Circondata da alte colline, Windhoek ha un clima semidesertico molto salubre, con giornate calde e notti fresche. Avvolta da giardini e parchi ricolmi di ibischi, gelsomini, bougainville e manghi, è perennemente decorata di fiori coloratissimi e profumati. Tutto è lindo e lustro: strade, giardini e case compresi. Prevalgono le architetture bavaresi, anche se il centro è affollato da costruzioni moderne.
I grattacieli, mai troppo alti, non impediscono la vista sulle colline che circondano la città. L’arteria principale è Independence Avenue dove si trovano i migliori negozi e i più celebri ristoranti. La cattedrale luterana veglia sulla tranquillità del centro storico, con le sue belle case dalle facciate ridipinte di fresco e i giardini all’europea ben curati.

17° GIORNO - 19 Agosto: Windhoek - Johannesburg - Partenza

Trasferimento con autista di lingua inglese in aeroporto. Partenza con volo di linea, con scalo, per l’Italia.

18° GIORNO - 20 Agosto: Arrivo in Italia

Cambio aeromobile e proseguimento per l’Italia.

QUOTE PER PERSONA IN EURO

Partenze giornaliere
PeriodoIn Camera DoppiaSuppl. SingolaQuota bambino**
03/08/196.1505503.590
Quota d'iscrizione: € 75
Tasse aeroportuali: € 580
Assicurazione vedi tabella

**bambino sotto i 12 anni in camera con due adulti. I bambini non contribuiscono al raggiungimento del minimo dei partecipanti richiesto per garantire la partenza.
Nessun supplemento per partenze da altri aeroporti italiani con Lufthansa o Air Dolomiti.

La quota comprende:
• trasporto aereo con voli di linea in classe economica da Milano.
Per partenze da altri aeroporti la disponibilità è soggetta a riconferma.
-al momento della prenotazione verificate che il nome comunicato corrisponda esattamente a quello riportato sul passaporto. Eventuali spese di riemissione a causa di nomi comunicati errati saranno a carico del cliente. A tale proposito consigliamo di trasmettere via fax o e-mail la copia del passaporto.
• Guida locale di lingua italiana durante tutta la durata del viaggio
• Trasporto durante tutto il viaggio
• acqua a bordo del veicolo durante i trasferimenti
• Sistemazione in camera doppia con trattamento come specificato nella proposta - i pasti inclusi prevedono un “set menu”.
• Visite ed escursioni specificate nella proposta con ingressi inclusi
• Assistenza del nostro ufficio locale

La quota non comprende:
• Quota d’iscrizione
• Tasse aeroportuali (il totale delle tasse aeroportuali sarà riconfermato in base alla compagnia aerea utilizzata ed eventuali fuel surcharge soggetti a riconferma in fase di emissione biglietti aerei)
• Assicurazione annullamento, medico, bagaglio e ritardo volo
• Bevande, mance ed extra in genere
• Tutto ciò non espressamente indicato nella proposta di viaggio

Il cambio utilizzato per il calcolo della quota è pari a 1 Euro = 15,70 dollari namibiani.
Visualizza Condizioni Generali di Contratto e dettaglio Assicurazioni
Cambi applicati:
1 Euro = 15,80 Rand Sudafricani
1 Euro = 1.15 USD
Namibia|21
Namibia
Aggiornamento: 01/02/19 16:40