#Valle dell'Omo, Festival di Meskel

Etiopia

Festival Meskel
Villaggio locale
Valle dell'Omo - Turmi
Valle dell'Omo - Hamer
Valle dell'Omo - Karo
Valle dell'Omo
Valle dell'Omo - Karo
Valle dell'Omo - Turmi
Valle dell'Omo - Karo
Un tour in Etiopia con partenza speciale il 17 Settembre 2020 in occasione del Festival di Meskel. Il sud ovest dell’Etiopia, protetto a Nord dai monti Abissini, isolata a ovest dalle paludi del Nilo e a sud dal deserto del Kenya settentrionale, è una regione di difficile accesso, esplorata nel 19° secolo da Vittorio Bottego. Attraversata dal placido fiume Omo, che dopo un percorso di circa 1000 km sfocia nel lago Turkana, sulle cui opposte sponde si trovano due dei più remoti e selvaggi parchi nazionali dell’Etiopia: l’Omo, sulla riva occidentale, e il Mago su quella orientale. Entrambi sorprendenti per un incredibile mosaico di etnie dedite all’allevamento di grandi mandrie, fonte principale del loro sostentamento ed elemento centrale delle culture tribali. Nonostante la relativa concentrazione geografica grande è la varietà di etnie, caratterizzate da costumi, architettura degli insediamenti e rituali assolutamente peculiari. L’identità etnica e l’appartenenza al gruppo sono ancora fortemente marcate ed enfatizzate nella cura del corpo che viene decorato con particolari scarificazioni e body painting, simboli d’appartenenza antropologico talvolta faticoso e scomodo, con pernottamenti in hotel di categoria turistica. Il tour viene effettuato in veicoli 4x4. L’itinerario è stato studiato per dare anche spazio alla visita di alcuni mercati settimanali, importanti e coloriti momenti d’incontro delle etnie che popolano la Valle dell’Omo. Partenza speciale per il Meskel, il ritrovamento della Vera Croce, una delle più importanti e sentite ricorrenze della Chiesa ortodossa etiope (meglio conosciuta come copta) Parti per questo tour in Etiopia con African Explorer, il tour operator specializzato in viaggi e safari in Africa da 40 anni.

Tipologia

Partenza speciale

Durata

11 giorni - 8 notti

IMPORTANTE

Guida locale multilingue parlante INGLESE - ITALIANO - TEDESCO

Gruppo

Minimo 2 - Massimo 12 partecipanti

Partenze

17 Settembre 2020

Sistemazione

Hotel di Categoria Turistica

Trattamento

Pensione Completa

Trasporti

Minibus ad Addis Abeba, 4x4 nella Valle dell’Omo

Voli

Di linea Ethiopian Airlines in classe economica da Milano, Roma e i maggiori aeroporti italiani

1° GIORNO - 17 Settembre: Partenza dall'Italia

Partenza con volo di linea notturno per Addis Abeba con arrivo previsto per l’indomani. Pernottamento a bordo.

Dal 1 Luglio è previsto un collegamento giornaliero diretto da Milano per Addis che si affiancherà a quello già esistente da Roma. In alternativa sono possibili collegamenti da principali aeroporti italiani via Francoforte (sia con Ethiopian Airlines che con Lufthansa) o Istanbul (Turkish Airlines). Nel caso di voli diurni con arrivo ad Addis Abeba in tarda serata si renderà necessario un pernottamento aggiuntivo ad Addis.

2° GIORNO - 18 Settembre: Addis Abeba

Arrivo di buon mattino all’aeroporto internazionale Bole. Dopo aver sbrigato le formalità d’ingresso incontro con la guida e tour orientativo di Addis Abeba con visita all’interessante Museo Etnografico e al Museo Nationale.
Pomeriggio a disposizione.
Cena libera e pernottamento in hotel Sabon.

3° GIORNO - 19 Settembre: Addis Abeba - Arba Minch: Etnia Guraghe

Partenza per Arba Minch (“quaranta sorgenti” in amarico), principale centro urbano della zona e punto di accesso alla valle dell’Omo e ai suoi parchi nazionali (Omo, Mago e Nechisar). Primo contatto con il variegato caleidoscopio etnico dell’Etiopia meridionale con una visita a un villlaggio Guraghe.
Pranzo in un ristorante locale, cena e pernottamento in hotel Emerald Resort.

4° GIORNO - 20 Settembre: Arba Minch - Turmi: Etnie Konso e Hamer

Prosecuzione per Turmi attraverso villaggi Hamer e Konso, questi ultimi dediti all’agricoltura, con elaborati terrazzamenti e opere irrigue, noti per i wagas, steli antropomorfe in legno intagliato che marcano le sepolture dei membri più in vista della comunità. Visita a un villaggio Konso e prosecuzione per Turmi.
Pranzo in un ristorante locale, cena e pernottamento in hotel Emerald Lodge.

5° GIORNO - 21 Settembre: Turmi, gli Hamer e il mercato

Visita al colorito e animato mercato settimanale di Turmi frequentato da rappresentanti dei gruppi etnici Hamer, Dassanech, Karo e Tsemay.
Pomeriggio di visite ai villaggi Hamer, nella speranza di reperire informazioni in merito ad eventuali cerimonie del Salto del Toro che segna il passaggio dei giovani alla vita adulta.
Pranzo in un ristorante locale, cena e pernottamento in hotel Emerald Resort.

Il salto del toro
Il Salto del Toro non è una cerimonia pubblica con date e orari prestabiliti e conosciuti. Si tratta di un rito famigliare il cui svolgimento viene diffuso a livello locale con pochi giorni di anticipo e attraverso canali informali. Nel corso del soggiorno a Turmi e delle visite ai mercati le guide cercheranno di reperire informazioni sull’eventuale svolgimento nei dintorni di qualche cerimonia, negoziando la partecipazione di visitatori esterni, di norma concessa dietro pagamento di una somma in denaro (extra non incluso nella quota di partecipazione) alle famiglie dei partecipanti al rito di iniziazione. Non è pertanto garantita la partecipazione che dipende essenzialmente dalla fortuna. Questi riti di svolgono spesso in località remote e talvolta difficilmente raggiungibili, che possono richiedere lunghi percorsi in auto - lungo piste sterrate – se non a piedi.

I mercati della Valle dell'Omo
In numerose cittadine e villaggi della Valle dell’Omo si tengono animati mercati a cadenza settimanale che danno l’occasione di osservare numerosi rappresentanti delle diverse etnie. Una visita a questi mercati è così un’eccellente occasione per scattare fotografie. Dati i lunghi tempi di percorrenza tra una tappa e l’altra queste visite sottraggono tuttavia tempo ad altre attività.


Arba Minch-Jinka
Mercato di Key Afer (Giovedì), Alduba (Martedì) e Kako (Lunedì). La loro visita sostituisce quella del villaggio Dorze.
Turmi
Mercato di Turmi (Lunedì e Giovedì) e Dimeka (Martedì e Sabato). La loro visita sostituisce quella di Omorate (Dessanech) o Kortcho (Karo).

6° GIORNO - 22 Settembre: Turmi - Omorate - Turmi

Mattinata dedicata alla visita di un villlaggio Karo di particolare per le particolari decorazioni e scarificazioni corporee. Dal villaggio di Kortcho spettacolare vista sul fiume Omo. Nel pomeriggio si prosegue per Omorate, sulle sponde dell’Omo nei pressi del confine con il Kenya, per visitare i villaggi Dassanech dei dintorni. Pomeriggio a disposizione per relax oppure ulteriori visite ai vilaggi Hamer delle vicinanze.
Pasti e pernottamento in hotel Emerald Lodge.

7° GIORNO - 23 Settembre: Turmi - Mago National Park - Jinka

Prosecuzione per Jinka per un’escursione al Mago National Park. Oltre a mammiferi e uccelli, le savane del Mago ospitano gli insediamenti dei semi nomadi Mursi, famosi per le scarificazioni degli uomini e i dischi d’argilla inseriti sul labbro inferiore delle donne.
Pranzo a picnic, cena e pernottamento in hotel Orit Hotel.

8° GIORNO - 24 Settembre: Jinka - Key Afer - Arba Minch

Visita a un villaggio Ari prima di giungere a Key Afer per il caratteristico e animato mercato settimanale. Nel pomeriggio prosecuzione per Arba Minch (“quaranta sorgenti” in amarico), principale centro urbano della zona.
Pranzo in un ristorante locale, cena e pernottamento in hotel Emerald Resort.

9° GIORNO - 25 Settembre: Arba Minch, Nechisar National Park

Durante la mattinata escursione in barca e visita del Lago Chamo dove si può osservare una delle maggiori concentrazioni del continente africano di coccodrilli del Nilo, qui di dimensioni particolarmente ragguardevoli. Pomeriggio a disposizione.
Pasti e pernottamento in hotel Emerald Resort.

10° GIORNO - 26 Settembre: Arba Minch, I dorze e il festival di Meskel

La mattina visita a un villaggio Dorze noti per le abitazioni dalla forma di proboscide di elefante, la coltivazione del sorgo e del falso banano. Visita al mercato settimanale di Arba Minch.
Nel pomeriggio si assisterà ai preparativi per la veglia del Meskel.
Pranzo a picnic, cena e pernottamento in hotel Emerald Resort.

Meskel
Per il popolo copto Etiope il “Meskel” corrisponde al ritrovamento della Vera Croce sulla quale il Cristo venne crocefisso. Tradotto dall’amarico “Meskel” significa “croce”.
Secondo la tradizione fu Santa Elena Imperatice, madre di Costantino il Grande, a ritrovare il luogo dove vennero riposte le tre croci del Golgota. In un sogno venne detto alla Santa di accendere un fuoco e di seguirne la direzione presa dal fumo per ritrovare il luogo in cui fu deposta la croce su cui venne crocefisso il Cristo.
E’ una festività, che cade il 27 Setttembre, molto sentita e seconda solo al Timkat che molto probabilmente si è sovrapposta a una preesistente celebrazione precristiana della fine della stagione delle piogge e inizio della primavera. Nel pomeriggio della veglia i preti preparano un grande falò (Demera) accompagnato da preghiere e benedizioni. Sulla sua sommità viene posta una croce decorata con delle Adey Abeba, le caratteristiche margherite gialle che in Etiopia fioriscono al termine della stagione delle piogge. Verso le tre del pomeriggio viene acceso il fuoco. I preti indossano i paramenti sacri e, portando delle croci in argento, danzano seguiti dai fedeli tra suoni di tamburi e canti. La tradizione etiope vuole che il fuoco della croce purifichi i credenti dai peccati commessi mentre la direzione presa dal fumo sarà di presagio per l’anno nuovo… Al termine della cerimonia i fedeli raccolgono il carbone rimasto a terra e con questo disegnano una croce sulla fronte di ognuno. Il giorno successivo al falò, Meskel appunto, le case dei fedeli sono animate da pranzi festivi.
I festeggiamenti si tengono in tutte le città e i villaggi del paese ma sono particolarmente imponenti nella capitale Addis Abeba (con epicentro nella famosa Meskel Square), ad Arbaminch e Jinka.

11° GIORNO - 27 Settembre: Arba Minch - Addis Abeba e partenza per l'Italia

Trasferimento in aeroporto per il volo diretto ad Addis Abeba (evitando un lungo trasferimento in auto di almeno 8 ore). Arrivo e trasferimento in hotel; resto della giornata a disposizione.
Cena di commiato e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia. Arrivo previsto per l’indomani, pernottamento a bordo.

12° GIORNO - 28 Settembre: Arrivo in Italia

Arrivo in Italia e termine del viaggio.

Quote in aggiornamento

Richiedi informazioni

Etiopia|5
Etiopia
Aggiornamento: 18/09/20 11:35