UGANDA

Un viaggio in Uganda è un esperienza che regala emozioni suggestive. Scoprire l'Uganda con un tour esclusivo di African Explorer significa vivere tutti gli aspetti di questo fantastico paese. Si trova a cavallo dell'equatore nel cuore verde dell'Africa; un paese capace di offrire una varietà incredibile di paesaggi e ambienti naturali con un popolo cordiale e gentile. L'avventura in Uganda è la magia di un safari in 4x4, la crociera sul fiume Nilo fino alle sue Cascate e l'esperienza del Trekking alla ricerca degli ultimi Gorilla di Montagna nel Parco Nazionale delle Foresta Impenetrabile di Bwindi. Un esperienza che cambia la vita. Ma l'Uganda non è solo Gorilla, è molto di più. Bellissima e poco conosciuta, una vera perla d'Africa con paesaggi straordinari e persone estremamente cordiali che condividono un territorio che alterna savane, fiumi, foreste equatoriali, aree vulcaniche e alte montagne con cime avvolte dalle nubi. Vivi la magia di un tour in Uganda con il Safari Gorilla con il tour operator specializzato in viaggi e tour di gruppo in Africa.

Viaggi di gruppo o data fissa


Easy Uganda
Uganda|0

NOTIZIE UTILI

CARTA D'IDENTITÀ DELL'UGANDA:

Capitale: KAMPALA
Popolazione: 26.300.000
Superficie: 241.038 km²
Fuso orario: +2h rispetto all'Italia, +1h quando in Italia vige l'ora legale.
Lingue: l'inglese è la lingua ufficiale; le lingue più diffuse sono il luganda e il kiswahili.
Religioni: principalmente cattolica, protestante ed islamica.
Moneta: Scellino Ugandese (UGS).
Prefisso per l'Italia: 00039
Prefisso dall'Italia: 00256
Telefonia: la rete cellulare è coperta da: MTN, Celtel, Mango, Warid.

PASSAPORTO E VISTI

Un viaggio in Uganda è adatto a tutti; è ideale per i viaggi di nozze, per chi viaggia con bambini, per chi cerca un avventura e per chi cerca un tour di gruppo su misura, o un Trekking Gorilla. Viaggiare in Uganda non è mai stato cosi semplice con i consigli viaggi organizzati dal tour operator specializzato in viaggi in Africa African Explorer!

Dal 1° luglio 2016 è entrata in vigore una nuova procedura telematica per la richiesta del visto di ingresso nel Paese, pertanto potranno essere richiesti on line collegandosi al sito https://visas.immigration.go.ug

Dopo aver inserito i dati, allegato i documenti necessari ed effettuato il pagamento di USD 50, il richiedente riceverà entro dieci giorni una ricevuta con codice a barre da presentare al varco di frontiera ugandese dove, acquisiti i dati biometrici, otterrà il visto vero e proprio.

CERTIFICATI SANITARI

Per l'accesso nel paese è obbligatoria la vaccinazione per la febbre gialla. È consigliata la profilassi antimalarica e ad ogni modo invitiamo i gentili viaggiatori a voler consultare prima della partenza l'ufficio dell'Asl o di vaccinazione internazionale.

LINGUA UFFICIALE

La lingua ufficiale è l'inglese. Le altre lingue maggiormente utilizzate sono Luganda e lo Swahili.

FUSO ORARIO

È di + 2 ore rispetto all'ora solare in Italia e di + 1 ora rispetto all'ora legale in Italia.

ABBIGLIAMENTO

Durante il safari si consigliano indumenti pratici e leggeri, e dai colori neutri chiari, scarpe comode, cappello, binocolo, torcia elettrica ed un capo pesante per la sera o per le giornate senza sole in quanto la temperatura si abbassa notevolmente. Nel caso il Vostro viaggio preveda una estensione al mare, non bisogna dimenticare costume da bagno, occhiali da sole e crema solare protettiva.
In caso di TREKKING PER I GORILLA DI MONTAGNA sono consigliate scarpe tipo pedule da montagna impermeabili, calzoni lunghi preferibilmente jeans o addirittura dei pantavento per ripararsi dalla vegetazione alta sicuramente bagnata e dalle ortiche che sono pure alte! Un impermeabile lungo e leggero ma robusto potrebbe rivelarsi molto utile, e, sempre per ripararsi dalle ortiche un paio di guanti leggeri saranno sicuramente apprezzati!

ACQUISTI

Gli articoli di maggior interesse sono stoffe colorate di cotone, "batik" rappresentanti scene di vita quotidiana, oggetti in legno intagliato e in pietra dura locale.

CONSIGLI UTILI

Si consiglia di premunirsi di pellicole fotografiche prima della partenza essendo difficile trovarle in loco ed a prezzi più elevati. È bene munirsi di medicine di uso personale. Si consiglia di lavarsi bene e spesso le mani con acqua pulita, evitare cibi non cotti, non lasciare il cibo esposto a mosche o altri insetti, bere solo acqua minerale o sterilizzata, evitare bevande con ghiaccio e succhi freschi (a meno che non siano stati fatti con acqua sicura).

VALUTA

In Uganda ha corso legale lo Scellino Ugandese UGX. Consigliamo di premunirsi di Dollari Usa emessi dopo l’anno 2000, accettati più frequentemente. In Uganda non esistono restrizioni valutarie. L'uso di carte di credito non è ancora molto diffuso.
Consigliamo di effettuare cambi di piccole somme essendo impossibile o molto penalizzante riconvertite la valuta locale in euro.

CLIMA

È generalmente temperato. La temperatura media si aggira attorno ai 22/26 gradi.
Il periodo più caldo è quello tra Dicembre e Febbraio. Piogge frequenti durante i mesi di Marzo/Maggio e di Ottobre/Novembre.

CUCINA E BEVANDE

Sia negli alberghi in città che nei lodge utilizzati in safari, la cucina si basa su piatti di tipo internazionale abbinata a piatti della tradizione locale. È possibile trovare vari tipi di bevande ed anche vini. Vi informiamo che i soft drink (coca cola, acqua tonica, ecc.) hanno dei costi molto contenuti così come la ottima birra locale. Più costosi sono invece i vini stranieri.

COLLEGAMENTI TELEFONICI

L'Uganda è collegata con l'Italia in teleselezione. Solo gli Hotels nelle capitali e nelle principali città dispongono di un collegamento telefonico mentre tutti i lodges nei parchi sono collegati unicamente via radio pertanto non raggiungibili in tempo reale. Per Vostra informazione i collegamenti in teleselezione avvengono nel seguente modo: per telefonare in Italia comporre il prefisso internazionale 0039 seguito dal prefisso della città (con lo zero) e dal numero dell'abbonato. Per Telefonare dall'Italia all'Uganda comporre il prefisso internazionale 00256 seguito dal prefisso della città (senza lo zero) e dal numero dell'abbonato. Prefisso di Kampala 41.
Anche l'Uganda è abbastanza coperta per l'uso dei cellulari, certamente nelle grande città.

ELETTRICITÀ

La corrente elettrica è di 220/230 Volts. È necessario procurarsi un adattatore, possibilmente universale, in quanto le prese di corrente sono di tipo inglese a 3 fori, generalmente a lamelle piatte. Rasoi ed apparecchi elettrici dovranno essere a voltaggio universale meglio se funzionanti a batteria. I lodge sono generalmente sprovvisti di energia elettrica ma dotati di un generatore elettrico centralizzato che viene spento dalle 23.00 alle 06.00 circa.

DISPONIBILITÀ CAMERE

Allo scopo di evitare spiacevoli inconvenienti e discussioni, riteniamo opportuno far presente che le camere verranno assegnate verso le 12.00 salvo disponibilità e dovranno essere lasciate libere il giorno della partenza alle ore 10.00. Ci scusiamo fin d'ora per eventuali attese assicurandoVi che i nostri assistenti faranno tutto il possibile per evitarle.

BAGAGLIO

A bordo degli aerei è consentito il trasporto in franchigia di 20 kg di bagaglio per persona. L'eccedenza sarà trasportata a spese dell'interessato. Disposizioni di Polizia permettono di portare in cabina un solo bagaglio a mano per persona. Tutti i bagagli dovranno essere contrassegnati con il proprio nome utilizzando le etichette African Explorer che troverete con i documenti di viaggio. I facchinaggi non sono compresi e il bagaglio viaggia a rischio e pericolo del viaggiatore.

TASSE D'IMBARCO

Non ci sono da pagare tasse aeroportuali essendo le stesse già pagate e incluse nel biglietto.

CIÒ CHE È UTILE SAPERE

L'Uganda è un paese molto bello che da poco ha riaperto le porte al turismo dopo lungo tempo. Lentamente sta incominciando l'afflusso dei visitatori che si avvicinano nuovamente a questo paese che una volta veniva chiamato la "Svizzera d'Africa". A tale impulso ha fatto riscontro un notevole impegno da parte degli operatori locali, non sempre in grado però di assicurare quella precisione di servizi che sarebbe auspicabile. La nostra società si scusa in anticipo per quei contrattempi che nel corso del viaggio potrebbero verificarsi per disservizi locali, garantendo però il più serio impegno per la migliore riuscita di queste iniziative.

RACCOMANDAZIONE IMPORTANTE

Preghiamo di non lasciare mai incustoditi oggetti di valore ed apparecchiature fotografiche sia negli alberghi che nei pulmini.

AMBASCIATE E CONSOLATI

Ambasciata dell’Uganda in Italia
Salita del Poggio Laurentino, 7 - 00144 Roma
Numero di telefono: +39 06 32 25 220, +39 06 32 07 232
Orario: 9-13 e 14-16 dal lunedì al venerdì

Consolato dell’Uganda a Milano
Piazzale Luigi Cadorna, 4 - 20123 Milano
Numero di telefono: +39 02 88 07 290

Ambasciata d'Italia in Uganda
Lourdel Road, Plot 11, Nakasero
P.O.Box 4646 , Kampala
Numero di telefono: +256 (0) 312 188 000-1-2-3
Cellulare di servizio (fuori orario d'ufficio, fino alle ore 21.00): +256 (0) 772 750 448

L'Uganda è il paese dove si possono ancora vedere gli ultimi Gorilla di Montagna.
La 'Perla dell'Africa' ha iniziato a lavorare per far tornare i turisti. È un piccolo paese (237.000 kmq) ma è un vero gioiello disteso a ridosso del grande Lago Vittoria a sud, dei laghi Alberto ed Edoardo ad ovest, divisi dall'impressionante massiccio montuoso del Ruwenzori sul confine con il Congo, solcato a nord dal Grande Nilo Bianco che dà luogo alle splendide Cascate Murchison.
L'Uganda è anche il paese dove si possono vedere gli ultimi Gorilla di Montagna. Nei Parchi Nazionali di Bwindi Impenetrable Forest o in quello di Mgahinga all'estremo confine sud con il Rwanda a ridosso del Parco dei Vulcani. l'opportunità di avvistare e avvicinare questi affascinanti animali è molto alta.
Sono poche ancora le nuove strutture alberghiere mentre le vecchie sono state tutte restaurate e garantiscono sistemazioni buone, servizio e cibo più che sufficienti.
La rete stradale non è ancora molto buona, ma i percorsi per raggiungere il Parco Murchison, il Parco Queen Elizabeth e Kisoro sono stati rifatti e asfaltati. Il trasporto con minibus 4x4. Le escursioni sul Nilo e nel canale Kazinga saranno a bordo di battelli.
Il periodo migliore e secco è da luglio a marzo ma anche tutto il resto dell'anno va bene fatta eccezione il periodo delle grandi piogge che va da metà a aprile a fine giugno.

Regole per l’attività di ricerca dei gorilla
Tutti i viaggiatori che desiderano intraprendere l’attività di ricerca dei gorilla i montagna devono conoscere alcune regole basilari da seguire prima durante e dopo l’attività. Il non rispetto di queste regole può comportare l’interruzione immediata dell’attività senza alcun rimborso.
Prima di arrivare ai gorilla
• Soltanto 8 visitatori al giorno possono visitare un gruppo di gorilla abituati alla presenza umana. Ciò è necessario per rispettare gli animali e ridurre al minimo i rischi di contrarre malattie portate dall’uomo.
• Prima di intraprendere l’attività è necessario lavarsi accuratamente le mani.
• Non bisogna lasciare rifiuti all’interno del parco. Tutto ciò che viene portato all’interno del parco deve essere riportato all’esterno.
• Le guide del parco inizieranno la ricerca dei gorilla nel punto in cui sono stati avvistati il giorno precedente. Da questo punto si seguiranno le tracce lasciate dai gorilla.
• In prossimità dei gorilla, la guida vi informerà quando utilizare le macchine fotografiche.
• È necessario mantenere un tono di voce pacato. Ciò darà la possibilità di osservare anche la prolifica varietà di specie di uccelli presenti nella foresta.
Insieme ai gorilla di montagna
• Mantenere una distanza di 7 metri dai gorilla per proteggere i gorilla dalla possibilità di contrarre malattie portate dai visitatori.
• Restare in gruppo mentre si osservano i gorilla.
• Mantenere un tono di voce basso durante il tempo di osservazione dei gorilla. Ovviamente si possono fare domande alle guide.
• Non mangiare o bere in prossimità dei gorilla.
• Può capitare che i gorilla carichino. Seguite le direzioni della guida: accovacciatevi lentamente, non guardate i gorilla negli occhi e aspettate che il gorilla si allontani. Non provate a fuggire. Scappare aumenta il pericolo.
• Non è possibile usare il flash per fotografare i gorilla. Mentre si fotografa muoversi lentamente e con attenzione.
• Non toccare i gorilla.
• Il tempo massimo concesso per l’osservazione dei gorilla è di 1 ora. Nel caso i gorilla diventino nervosi o agitati, la guida dovrà interrompere l’attività con i gorilla.
Regole generali
• Rispettare il limite sul numero di visitatori.
• Nel caso un visitatore si senta ammalato o abbia una malattia contagiosa quando si trovi all’interno del parco è necessario che resti indietro volontariamente. Sarà organizzata una visita alternativa o sarà previsto il rimborso secondo le regole di prenotazione dei gorilla.
• Nel caso si debba starnutire o tossire in presenza dei gorilla, voltarsi e coprirsi il volto in modo da ridurre il pericolo di contagio.
• Mantenere sempre una distanza di 7 metri dai gorilla. Maggiore la distanza più rilassato sarà il gruppo di gorilla.
• Non lasciare rifiuti all’interno del parco. L’immondizia facilita la trasmissione di malattie ai gorilla.
• Nel caso di “bisogni urgenti” mentre si è all’interno della foresta, chiedere alla guida di scavare una buca. La guida la coprirà dopo che avrete finito.
Informazioni sui permessi dei gorilla di montagna
Le seguenti regole sui permessi dei gorilla di montagna sono estrapolate dai documenti ufficiali dell'Uganda Wildlife Authority. Ricordati di leggere le regole da osservare con i gorilla prima di intraprendere l’attività di ricerca dei gorilla di montagna.
Malattia: Ai visitatori che mostrino sintomi di malattia non sarà permessa l’attività di ricerca dei gorilla. I visitatori possono essere ritenuti non idonei a ricercare i gorilla a causa di una malattia, a discrezione del guardaparco in carica. Sarà rimborsato il 50% del costo del permesso. Le regole sulla cancellazione della visita si applicheranno a coloro che cadano malati prima del loro arrivo al parco nazionale di Bwindi.
Non rimborsabilità: I permessi per i gorilla di montagna non sono rimborsabili. I visitatori che per qualsiasi motivo ricerchino i gorilla di montagna per l’intera giornata ma non riescano a vederli saranno rimborsati del 75% del costo del permesso.
Ricerca e avvistamento: Il permesso per ricercare i gorilla non è garanzia dell’avvistamento dei gorilla di montagna.
Età minima: Non è possibile ricercare i gorilla se si hanno meno di 15 anni. È richiesto un documento per comprovare l’età dei partecipanti.
Tasse di entrata al parco: Il permesso per i gorilla include le tasse di entrata al parco nazionale per il giorno indicato.
Tempo concesso con i gorilla: I visitatori possono trascorrere non più di un’ora con i gorilla di montagna.
Queste regole sono estrapolate dalle regole ufficiali dell’Uganda Wildlife Authority.